Frizione? No, grazie!

frizione_fb.jpg
Da bambino, dopo il taglio di capelli (ricordo lontano, senza nostalgia), il barbiere mi chiedeva sempre se volevo la frizione.

Allarmato, rispondevo senza esitazione: «No!».
Non sapevo cos'era e non sarebbero bastate le 300 lire di cui mamma mi dotava. Ma la cosa mi metteva a disagio e dopo il dentista, quel barbiere era l'uomo che odiavo di più.

Guardiamoci intorno e appuntiamoci che impressione ci rimane dopo che il venditore ci ha semplificato la vita e quale quando, per avere qualcosa, ci ha fatto «scalare il Cervino».

Pensiamoci quando organizziamo il nostro modo di vendere. Eliminare le «frizioni» e permettere di acquistare in modo semplice e fluido tiene aperta la porta al cliente che ritorna.

L'esperienza altrui (Amazon) ci dice, anche, che questa (eliminare le frizioni d'acquisto) è la via maestra per ottenere grandi risultati.

Qual è la tua esperienza?

© 2018 MPGStudio di Piatti Marco | 22075 Lurate Caccivio (Co) - Tel. +39 335 5465326
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | www.marcopiatti.it | P.IVA 03115370136